110 COMANDANTI E OLTRE 90 AZIENDE ITALIANE ED ESTERE LEADER DEL SETTORE OSPITI DELL’EVENTO

UCINA HA PRESENTATO IL PACCHETTO “NAUTICA, DESTINAZIONE ITALIA”, IL COMPLESSO DI MISURE OTTENUTE CHE RENDERANNO L’ITALIA LEADER NELLO YACHTING NEL MEDITERRANEO

Sono oltre 110 i comandanti e 90 le imprese italiane ed estere che hanno preso parte all’ottava edizione di YARE (Yachting aftersales and refit experience), l’appuntamento internazionale dedicato all’industria dello yachting, in programma a Viareggio fino a domani 21 aprile, di cui UCINA Confindustria Nautica è privileged partner.

L’impegno di UCINA presso YARE 2018 si inserisce nell’ambito della missione di rappresentanza internazionale che ha preso avvio come ogni anno dalla collettiva al Mets di Amsterdam per proseguire con la partecipazione al Boot di Düsseldorf lo scorso gennaio, al Dubai Int. Boat Show e prosegue in tutti i principali eventi di settore per promuovere in Italia e all’estero il Pacchetto “Nautica, destinazione Italia”, nel quale vengono evidenziati i risultati delle più importanti attività messe in campo dall’Associazione per lo sviluppo e la promozione dell’intera filiera della nautica da diporto italiana.

Ai comandanti e alle imprese ospiti della manifestazione è stata consegnata “Italy, Tax & Yachting”, l’edizione inglese della guida “Nautica & Fisco”, editata da UCINA in collaborazione con l’Agenzia delle Entrate, che raccoglie tutte le novità e le disposizioni di legge intervenute in tema fiscale, doganale e di altri adempimenti previsti per la navigazione da diporto e commerciale nelle acque italiane. La diffusione internazionale di Italy, Tax & Yachting è realizzata con il supporto di ItalianYachtMasters, l’associazione italiana di Comandanti e Ufficiali di superyacht associata UCINA, ambasciatrice dell’eccellenza e della professionalità della marineria Italiana all’estero.

In un periodo in cui altri Paesi europei prendono provvedimenti sfavorevoli nei confronti della nautica, l’Italia si candida con i fatti  a un ruolo di leadership nello yachting in Mediterraneo, grazie alle semplificazioni amministrative introdotte con il nuovo Codice della nautica, ai chiarimenti sull’applicazione dell’esenzione IVA alla navigazione commerciale, l’applicazione dell’ IVA al 10% per gli ormeggi fino a un anno, alla Flat Tax per i cittadini stranieri che spostano la residenza fiscale in Italia e alla nuova Camera Internazionale Arbitrale del Mare e della Nautica. Questi sono i provvedimenti che rendono l’Italia competitiva rispetto agli altri paesi Europei e del Mediterraneo.

 

 

 

 

 

 

 

2018-04-20T15:28:15+00:00Categories: Comunicati Stampa|