Due le novità per i 60 anni del cantiere Sanlorenzo che nella sua storia ha costruito ben 750 yacht e che dal 2005, con la gestione di Massimo Perotti, è passato da un fatturato di 40 milioni ai 300 milioni del 2017. Un incremento che è il risultato anche di una politica d’investimenti che per i prossimi due anni prevede un impegno di 60 milioni, metà destinati a ricerca e sviluppo e metà ai siti produttivi che, oltre alla sede centrale di Ameglia (La Spezia), conta quello di Viareggio e quello di La Spezia dedicato ai superyacht.  A segnare anniversario e traguardi, due yacht molto speciali entrambi firmati, quanto a exterior design, dallo studio Zuccon International. Si tratta del Sanlorenzo SL102 che, abbinando nell’open space del living la sala da pranzo con vetrata sul mare a sinistra e il salotto a dritta, recupera 10 metri quadrati di ambienti interni ed è il primo yacht “asimmetrico” al mondo. Da parte sua il Sanlorenzo SX72, vero crossover di 23 metri, è caratterizzato da un unico open space da poppa a prua e ha interni firmati da Piero Lissoni, da quest’anno art director del cantiere.

www.sanlorenzoyacht.com

2018-05-10T11:12:56+00:00