La Natura

Particolari processi geologici hanno caratterizzato la morfologia costiera che si presenta ora bassa, con piccole spiagge, ora alta e frastagliata. La flora è quella tipica del Mediterraneo, con macchia a netta prevalenza di palma nana; nelle zone meno esposte e più umide è presente una vegetazione a lentisco e mirto.
Lungo le scogliere affioranti si possono notare i “marciapiedi a vermeti”, che ricordano delle piccole barriere coralline dei mari tropicali. I fondali bassi invece sono colonizzati da praterie di Posidonia in cui crescono i grandi esemplari di Pinna nobilis. Sui substrati rocciosi più in profondità si sviluppa una grande ricchezza di popolamenti legati al coralligeno, con prevalenza di margherite di mare, spirografi, spugne, briozoi, cicale di mare, nudibranchi e moltissime specie di pesci.
Gli appassionati di speleologia sono attratti dalle numerose grotte sommerse: affascinanti leimmersioni guidate a quella di Capo Meli, delle Stalattiti, del Plemmirio e delle Corvine. È possibile osservare grandi pesci pelagici come tonni, ricciole e squali ed anche i cetacei del Mediterraneo come il tursiope, la stenella, il grampo, il delfino comune, la balenottera comune e il capodoglio.

L’Area Marina Protetta

Istituita nel gennaio 2005 ed estesa per 2.429 ettari, di cui 113 in zona A, si trova a pochi chilometri a Sud della città di Siracusa, lungo la Penisola della Maddalena, nel tratto compreso tra Capo Castelluccio e Capo Murro di Porco. Include il sistema di grotte sommerse dovute all’abrasione marina. La zona A è delimitata da appositi segnalamenti marittimi.
Il nuovo regolamento è attualmente in fase di approvazione. L’area è anche riconosciuta ASPIM (area specialmente protetta di importanza mediterranea) ai sensi della Convenzione di Barcellona delle Nazioni Unite.

Recapiti Utili

Consorzio di gestione Plemmirio
via Necropoli del Fusco, 7 – 96100 Siracusa (SR)
tel. 0931/449310
[email protected]
www.plemmirio.it
Capitaneria di Porto di Siracusa
tel. 0931/481011

In Barca

Fra le zone B e C della riserva si trovano ben 400 punti di ormeggio per le imbarcazioni, sia sul versante nord, sia su quello meridionale.
Alle boe ber natanti è consentito l’attracco fino a 4 unità; quelle per imbarcazioni sono per singoli scafi. 4 miglia più a nord si trova Siracusa, con il Porto Grande, l’approdo del Marina Yachting e il Porto Piccolo.

Le Regole