La Natura

Il tratto costiero dell’area marina fa ancora parte del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano.
Esso è ritenuto tra i più spettacolari paesaggi naturalistici del Mediterraneo, ricco di falesie, cale, spiagge isolate, numerose grotte di origine carsica, sia sommerse che sopra il livello del mare. La più nota è la Grotta dell’Alabastro, accessibile attraverso un percorso subacqueo al termine del quale si possono ammirare le sale interne con le ricche di formazioni di alabastro, stalattiti e stalagmiti. La complessa morfologia della costa si riflette nella grande ricchezza dei popolamenti marini.
I fondali detritici sono colonizzati da distese di Posidonia oceanica in cui è facile notare le nacchere (Pinna nobilis); sulle pareti e franate invece si sviluppano le biocenosi del coralligeno. Tra i 30 e i 40 m sono presenti anche rami di corallo rosso (Corallium rubrum) che possono essere ammirati alla “Secca Piccola”, punto di immersione al largo della Punta degli Infreschi.
Altre possibilità per le visite subacquee sono “Cala Monti di Luna”, dove le margherite di mare tappezzano le pareti di un grande arco sommerso ed è possibile ammirare i grandi ventagli di Paramuricea clavata.

Recapiti Utili

Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano
Piazza S. Caterina 8, 84078 Vallo della Lucania (SA)
Tel: 0974.719911
Fax: 0974.7199217
[email protected]
www.cilentoediano.it

Capitaneria di Porto competente per area
Salerno
Molo Manfredi 33, 84100 Salerno (SA)
Tel. 089.2587911
Fax: 089.2587926
[email protected]

In Barca

La successione di alte scogliere accompagna la navigazione da Palinuro verso Marina di Camerota. Il porto è situato a ridosso dell’area marina protetta ed è ottimamente ridossato. Facendovi ingresso va prestata attenzione all’allevamento ittico a sud dell’imboccatura. Una cooperativa gestisce alcuni pontili galleggianti ben attrezzati, ma sempre affollati. Proseguendo verso sud s’incontrano le belle Cala Monte di Luna, con le sue rocce argentate, e l’ampia Cala Bianca.
Da non perdere infine una visita alla stupenda ed isolata spiaggia di Cala degli Infreschi, che può essere raggiunta solo dal mare e deve il nome alle freschissime sorgenti d’acqua dolce.
La cala, di forma quasi circolare, è bagnata da un mare cristallino e impreziosita da una grotta. Verso nordest si aprono alcune baie dove sostare per il bagno; poco oltre ci sono il pittoresco paesino di Scario, che si estende lungo il porto (ingresso pericoloso con forti venti meridionali), e la deliziosa cittadina di Maratea.