La Natura

Le sommità dei suggestivi promontori che circondano Porto Conte sono ricoperte di bassa macchia mediterranea, con piante cespugliose e spinose conformate a cuscini in modo tale da resistere al vento.
Le pareti delle falesie scavate al mare offrono un paesaggio ricco di arcate e gallerie che formano un complesso di 8 grotte emerse e un numero ancora imprecisato di grotte sommerse. La più nota è quella di Nettuno, un lago sotterraneo lungo 130 metri con stalattiti e stalagmiti che raggiungono i 20 m d’altezza. È raggiungibile anche da terra con i 656 scalini di roccia della “Escalada del Cabirol”. Le pareti a picco sul mare sono abitate da molti uccelli tra cui l’imponente e rarissimo grifone e il falco pellegrino.
I fondali presentano vaste praterie di Posidonia, che raggiungono una profondità di 35 m, e abbondanti colonie di corallo rosso, presenti tra i 40 ed i 50 m in quella che è appunto stata denominata la Riviera del Corallo. Altre attrattive sono le gorgonie rosse, numerose spugne a candelabro del genere Axinella e specie ittiche di tana e di passo. Per gli amanti della subacquea da non perdere la Grotta di Nereo: con uno sviluppo complessivo di 300 m è considerata la più vasta di tutto il Mediterraneo.

L’Area Marina Protetta

Istituita nel 2002 ed estesa per 2.631 ettari, di cui 38 in 2 zone A, l’area marina protetta è situata nella regione della Nurra, a nord di Alghero, tra Capo Galera e Punta delle Gessiere.
Presenta una ricca varietà di ambienti naturali fra cui le grotte sommerse e la prateria di Posidonia oceanica che si estende nella rada di Porto Conte per circa seicento ettari. Le zone A dell’area marina protetta sono segnalate con boe a mare e miragli a terra.

Recapiti Utili

Comune di Alghero (Ente gestore)
via S. Anna, 40 – 07041 Alghero (SS)
tel. 079/997816
Sede distaccata di Porto Conte
località Tramariglio – tel. 079/998548
[email protected]
www.ampcapocaccia.it
Ufficio Circondariale Marittimo di Alghero
tel 079/953174

In Barca

Porto Conte è un vero porto naturale lungo circa 3 miglia, dove rifugiarsi dal maestrale ed ammirare un’insolita varietà di paesaggi. Un corridoio di libero transito attraversa il centro della rada inclusa nell’area marina protetta di Capo Caccia e consente di giungere ai due ormeggi principali.
Cala Tramariglio, ad occidente, consente l’ancoraggio su fondale di sabbia e alghe di circa 3-5 metri o, in alternativa, ai pontili galleggianti. Sul fronte opposto, all’estremità meridionale di Cala Torre del Conte, si trova il Marina di Porto Conte, con circa 250 posti barca, acqua, corrente, pompa carburante, gru e scivolo, che offre il miglio ridosso con venti meridionali. Vi si accede attraverso un canale dragato a 4 metri.

Le Regole